Goool!: recensione del film di Juan Josè Campanella



Finalmente è stato presentato in anteprima nazionale presso il Multisala Barberini di Roma il film d’animazione Goool!  Una bella storia che partendo dal calcio balilla, sfocia poi nell’amore, nell’amicizia e di come vincere le sfida che la vita ci presenta.
Questa pellicola verrà trasmessa nelle sale italiane a partire dal 29 Maggio.
La vicenda è ambientata in un piccolo paesino della Spagna e il protagonista è il giovane Amadeo, un ragazzo con una particolare abilità: è il miglior giocatore di biliardino di sempre.
Però questa non è la sua unica passione, infatti Amadeo è innamorato di Laura sua amica fin dall’infanzia.
Ma un giorno la sua tranquillità e quella dell’intero Paese viene sconvolta dal “ Grosso”, un uomo che torna al villaggio per vendicarsi di una partita di calcio balilla persa dieci anni prima contro Amadeo.
Ed è qui che inizia questa fantastica avventura, costellata da mille peripezie e con un finale tutto da scoprire.
Gli altri personaggi di spicco sono i giocatori del biliardino di Amadeo, dei tipi apparentemente buffi e bizzarri ma con un grande carisma. I più importanti sono: Loco, Beto e Capi, ovvero il trio d’attacco.
Il regista ha espresso tutta la sua soddisfazione per il lavoro svolto: “ La nostra intenzione era quella di creare un mondo del tutto unico ed originale. Credo ci siamo riusciti, perché non ho mai visto nulla di simile in nessun altro film. Secondo il mio modesto parere.”
Per quanto concerne gli effetti particolari del film naturalmente il fattore principale è il 3D, che rende l’animazione più realistica. Il ritmo è adeguato ai bambini e anche al resto della famiglia. Ci sono delle gag comprensibili però solo dagli adulti, ma ciò non preclude il divertimento per i più piccoli, che sicuramente si faranno catturare dal fascino e dal coraggio di questi straordinari eroi.
goool-film-cartone-